Mangia con quelli di cui ti fidi

di ANNIE LANZILLOTTO Bronx, New York, 1968 “La guerra è piena di fumo”. La risata di Lanzi è un’unica esalazione burbera. Il fumo di sigaretta gli sgorga dalle narici e sale attraverso la luce sul tavolo. Le sue sopracciglia sono spesse e nere e si muovono su e giù, una alla volta, veloci come palette …

Prima e dopo la carta stagnola

di JOANNA CLAPPS HERMAN Tutto è iniziato con la carta stagnola O forse con le salviette. Tovaglioli di carta? Vivevamo in una maniera – erano tempi di sacrifici – prima della carta stagnola e in un’altra completamente diversa dopo la carta stagnola – era un nuovo mondo che correva rapidamente verso il futuro. Sicuramente usare …

Before and after tin foil

di JOANNA CLAPPS HERMAN It all started with tinfoil Or maybe tissues. Paper napkins? We lived one way—a time of constraint– before tin foil and a completely different way after tin foil– one which rapidly raced toward the future. Definitely using tissues changed the way we lived. When paper towels came along times changed even …

Corre l’anno duemiladieci sotto Ferragosto ( dal laghetto di Decorata) nel molisannio

di ANGELO ZEOLLA Corre l’anno 2010 sotto ferragosto in the dark of night dotted up all stellata ever essentially illuminated by smooth fire light falò (gira un’aria che profuma di spighe scroccate arrostite) apro una peroni e me la verso in un bicchierino di plastica vicino a me ci sta una mia comare non binary …

Carmela & Giovanni: a Brooklyn love story

by MICHELA VALMORI She sat on the stoop of her five-story Brooklyn apartment, knitting a blanket for her baby sister as she waited for him to come home from the shop. Could she even call this place an apartment? It was cramped and unbearably hot under the July sun, each room warmer than the next …

Carmela e Giovanni: una storia d’amore made in Brooklyn

di MICHELA VALMORI Carmela era lì, seduta su uno sgabello del suo appartamento al quinto piano di un edificio di Brooklyn, mentre lavorava ai ferri una coperta per la sua sorellina ed aspettava che il padre facesse ritorno dal negozio. Poteva davvero essere chiamato “appartamento” quel posto sudicio? Era angusto e insopportabilmente caldo durante la …